News e Case Histories

Novità e casi di successo da ewconnect

12/04/2022

Ransomware: 4 mosse per proteggersi

Sono sempre più frequenti i malware che bloccano i computer chiedendo ai proprietari di pagare un riscatto. Liberarsene è difficile, ma spesso basta un po’ di attenzione per prevenire gli attacchi.

Cosa sono i ransomware?

Tra i tanti malware che popolano il Web, i ransomware sono quelli più pericolosi e in crescita. La loro caratteristica principale sta già nel nome: chi viene attaccato dovrà pagare un riscatto (ransom, in inglese) di qualche centinaio di euro. Solo così potrà riprendere il controllo del proprio computer e di tutti i file contenuti al suo interno.

Un attacco di questo tipo, infatti, consiste nell’entrare in un dispositivo e crittografare il suo sistema operativo, in parte o per intero, rendendolo inaccessibile. L’utente a questo punto avrà poche soluzioni a disposizione: pagare il riscatto è sconsigliabile, ma le operazioni di recupero non vanno sempre a buon fine.
E allora?

Quello che si può fare è prendere le giuste precauzioni per non diventare dei facili bersagli.

Come proteggersi dagli attacchi?

Meglio prevenire che curare, specialmente quando il rischio di essere colpiti è più che mai dietro l’angolo. 

Ecco qualche semplice consiglio che può davvero fare la differenza.

  1. Usa un buon antivirus
    Il primo passo fondamentale, e anche il più scontato, per proteggere il proprio computer dagli attacchi è dotarsi di un sistema antivirus. È importante che questo sia sempre aggiornato per far fronte alle minacce nel migliore dei modi. Puoi scoprire qui tutti i nostri sistemi di sicurezza. 
     
  2. Fai backup regolarmente
    Dopo un attacco ransomware, è spesso necessario formattare il computer o addirittura sostituirlo. Si rischiano così di perdere dati importanti che risultano ormai irrecuperabili. Per questo è bene ricordarsi di fare spesso un backup dei propri documenti su un hard disk esterno o sul cloud
     
  3. Tieni i software aggiornati
    Un software obsoleto è una via d’accesso semplicissima per un malware. Più è aggiornato, invece, più è difficile essere attaccati. Quindi controlla sempre di aver installato sul tuo computer l’ultima versione del software, e attiva le notifiche di sistema per non perderti i nuovi aggiornamenti disponibili.
     
  4. Fai attenzione alle email
    Tra la casella di posta personale e quella del lavoro, ogni giorno riceviamo centinaia di email. E sono proprio queste il veicolo principale su cui viaggiano i virus informatici. Capita spesso, infatti, di essere vittima di phishing – ossia di ricevere messaggi da parte di indirizzi malevoli quasi indistinguibili da quelli reali. Quindi stai all’erta: accertati sempre della bontà del mittente e fai molta attenzione agli allegati, specialmente se in formato ZIP.

Metti in atto questi semplici consigli già da oggi, e condividili anche con i tuoi colleghi per garantire la sicurezza informatica della tua azienda.

Desideri una consulenza personalizzata?

Contattaci per valutare insieme la soluzione più adatta alle tue esigenze.